F.lli Sgambetterra s.n.c


Vai ai contenuti

Glossario

Glossario pavimenti in legno



- Alburno: legno della parte esterna dei tronchi, generalmente di colore chiaro e più alterabile del durame.

- Durame o cuore del legno: parte interna del fusto degli alberi, la più resistente agli attacchi dei funghi e degli insetti.

- Durezza: per durezza del legno si intende la resistenza che esso oppone alla penetrazione di un oggetto.

- Durabiltà: è la capacità che ha il legno di resistere all'azione di agenti esterni come funghi e insetti e dipende da particolari sostanze contenute nel durame, invece l'alburno è più suscettibile a questi atacchi in quanto è più tenero e contiene sostanze nutritive x funghi e insetti.

- Misurazione della durezza col metodo Brinell: prova effettuata tramite la pressione di una sfera d'acciaio del diametro di 1 cm su un campione di legno. Il valore è dato dall'area dell'intaccatura divisa per la forza applicata.

- Misurazione della durezza metodo Janka: prova effettuata con lo stesso criterio del
metodo Brinell con una sfera d'acciaio del diametro di 11,284 mm. Il valore è dato
in questo caso dal carico necessario a far penetrare la sfera fino al suo diametro.

- Essenza: sinonimo di specie legnosa.

- Essicazione: eliminazione dell'acqua contenuta nel legno fresco. L'essiccazione del legno può essere naturale, e cioè ottenuta mediante la semplice esposizione all'aria in ambiente ventilato e riparato dalle intemperie. Sistemi più rapidi sono quelli di essiccazione artificiale che fanno ricorso ad apparecchiature ed a procedimenti appositi.

- Evaporato: indica un trattamento del legno a base di vapore acqueo a temperatura superiore a 60°.

- Fessurazione: separazione di due parti del legno nel verso longitudinale o trasversale. Svariate possono essere le cause: essiccazione, tensioni interne dell'albero ecc. Esse costituiscono sempre un difetto.

- Fiammeggiatura: indicazione usata per indicare figure cromatiche presenti nel legno, a forma di fiamma, più o meno aggrovigliate.

- Fibratura: indica la disposizione degli elementi nella struttura del legno: fibratura diritta, fibratura intrecciata, fibratura elicoidale, ecc.

- Magatello: tavoletta di legno di abete a sezione trapezoidale di lunghezze varie, sulla quale usualmente vengono chiodate le liste del pavimento.

- Nodo: indurimento della parte legnosa.

- Ossidazione: variazione cromatica dovuta all'esposizione del legno alla luce.

- Parquet industriale: costituito da lamelle ad alta resistenza disposte in verticale.
Spessore da 20 a 24mm. Sono ricavati dai materiali scartati dalle lavorazioni dei pavimenti tradizionali. Fibra mista, tonalità anche contrastante. Possono contenere parti di alburno, nodi grossi, moschettature, macchiature, difetti di lavorazione, silicio ecc.

- Mosaico: pavimento costituito da tavolette, con tessere della stessa specie legnosa, o di specie diverse, disposte a disegno ornamentale.

- Rigonfiamento: aumento di dimensioni, e pertanto di volume, per assorbimento di umidità.

- Ritiro: diminuzione delle dimensioni lineari (ritiro lineare) e del volume (ritiro volumetrico) di un pezzo di legno per perdita di umidità.

- Specchiatura: indica il disegno lucente dato nelle sezioni radiali dai raggi midollari. La specchiatura conferisce un notevole pregio al legname.

- Stonalizzazione: intende un passaggio di gradazioni cromatiche visibili e non
armonizzabili.

- Umidità: l'umidità del legno dipende dallo stabilirsi di un equilibrio tra l'ambiente in cui si trova il legno ed il legno stesso.

- Venatura: Aspetto dei tessuti legnosi delle sezioni longitudinali.


Torna ai contenuti | Torna al menu